Evoluzione della musica elettronica, anni ’80 e primi ’90

Il genere house e techno, quindi l’elettronica “ballabile”, aprirono la strada a diversi altri generi, che  nacquero dalla metà/fine degli anni ’90 alla prima metà degli anni ’90. Questi sotto-generi della musica elettronica che diedero vita ad ulteriori sotto-generi sono stati: la jungle music, la drum and bass (sottogenere a sua volta del break beat), l’acid jazz, l’ambient house.

In questi anni i costi delle apparecchiature musicali elettroniche erano molto più accessibili rispetto solo a pochi anni prima, anche se successivamente, con il progredire degli anni ’90 e ‘2000, questi costi si abbassarono ulteriormente.

Un genere nato in questi particolari anni della musica elettronica fu la jungle music, nata in Inghilterra e influenzata dalla prima ondata di hardcore techno e dall’hip hop. Successivamente, le sue ritmiche iniziarono a farsi più complesse e introdurre varianti e inflienze di tipo dub, raggae, funk, jazz e soul. Tra gli esponenti più conosciuti della Jungle vi furono 4hero e Mickey Finn.

Uno dei sottogeneri più di successo della musica elettronica è stato ed è tuttora la drum and bass. Questa si basa principalmente su ritmi hip-hop a doppia velocità, con un uso frequente di campionamenti e sonorità dub. Tra i suoi esponenti più di spicco vi è Roni Size.

Quando si parla di acid jazz a proposito di elettronica, si fa riferimento a quella parte di acid jazz che fa uso di campionamenti di strumenti musicali. Anche se ovviamente si differenzia un bel po’ dagli altri generi qui descritti è importante da inserire nel gruppo dei generi “chiave” poiché influenzerà anch’esso i sotto-generi successivi, sebbene raramente. Esponenti dell’acid jazz sono stati Eddy Piller, Incognito e Brand New Havies.

Nel 1975 Brian Eno compose il primo album ambient della storia della musica elettronica. Al’inizio degli anni ’90 invece prese piede l’ambient house, caratterizzato appunto dall’influenza ambient, ma anche di reggae, dub e altri artisti vari tra cui Pink Floyd, Cluster, Steve Reich. Di questo genere sono rappresentativi artisti come Biosphere, Mixmaster, Morris, Pete Namlook, Ultramarine, Global Communication, Deep Space Network.

Dalla metà degli anni ’90 iniziò una esplosione di sottogeneri e relativi artisti, di cui parliamo nell’articolo dedicato in modo specifico agli anni ’90, il decennio che più in assoluto ha visto esplodere il fenomeno della musica elettronica, sia da un punto di vista della produzione che della richiesta.